Le tecniche - Laboratorio Cartapesta Riso

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il nostro lavoro

Tradizione e Professionalità create dalle nostre mani..
Opere prodotte interamente nel nostro laboratorio, che rispecchiano la nostra terra,
il Salento!

Oggi, come in passato, la statua prende le mosse da un manichino appositamente creato attorno a un'esile "anima" di filo di ferro e quindi foderato con paglia ricciolina, tenuta stretta da giri di spago.

Su di esso vengono montati testa, mani e piedi, modellati in terracotta.

Succede così che lo statuario, oltre a saper modellare la carta secondo gli stilemi tradizionali, debba anche essere un abile scultore e sapersi preparare i "calchi", che costituiscono l'impronta del suo percorso storico-artistico e finanche l'eredità da lasciare ai suoi migliori allievi.
Il manichino, così realizzato, si veste di carta con bassa percentuale di cellulosa, imbevuta di colla di farina. Segue la fase dell'asciugatura e questa quella della colorazione, che invece non riguarda quelle statue e figure che si vogliono lasciare "fuocheggiate". Si tratta di un procedimento che leviga la carta con ferri roventi e che, nel togliere grinze e imperfezioni, fornisce al manufatto un bel colore naturale.

E' questo il segno distintivo dell'opera di Claudio & i fratelli Riso e dell'atmosfera che si respira nella loro bottega. Come la loro, innumerevoli erano un tempo le botteghe di cartapesta e
ancor più i cartapestai che in esse operavano. Dopo un periodo di oblio,
solo negli ultimi decenni è tornato a rifiorire questo artigianato artistico per il quale storicamente Lecce è ritenuta il maggior centro in Italia.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu